Scaricare Film Streaming sul desktop

Come Scaricare Film

Come Scaricare Film

Hai finalmente trovato in streaming il film che desideravi tanto vedere ma non riesci a scaricarlo sul tuo desktop? Quasi tutti i film in streaming sono tramite Openload e si possono scaricare senza installare alcun tipo di software ma direttamente online e quindi va bene sia per Mac che per Windows e per qualsiasi browser (Chrome, Safari, Firefox, Opera, etc).

Come Scaricare i Film da Tube Offline

Collegati al sito Tube Offline e segui i tre step indicati dal sito:

1. Inserisci nei bookmark il boomarklet del sito.
(Cioè trascina la targhetta grigia con su scritto DL with Tube Offline nella barra dei preferiti del tuo browser)

2. In un’altra finestra apri il link di Openload che contiene il film e fai play.
Se non sai come fare, è un file che inizia con https://openload.co/embed/ ed è contenuto nella pagina del film in streaming. Vai sulla sorgente della pagina html (da Chrome vai su Visualizza e poi clicca su Opzioni per Sviluppatori) e cerca l’estensione di openload.

3. Assicurati che il film sia in play e stia scorrendo. A questo punto clicca sul preferito che hai appena aggiunto (quello con la scritta DL with Tube Offline) e partirà il download sul desktop.

scaricare-video-da-internet

Scaricare video da Easy Load

Se il download su Tubeoffline non dovesse funzionare, provate con Easy Load inserendo la url e convertendo il file in MP4.

Scaricare video da Video Download

Un’altra alternativa per scaricare un video da openload è Video-Dwnload.co

Cosa sono i bitcoin e perchè starne alla larga

bitcoin-come-funziona

bitcoin-come-funziona

I bitcoin sono una moneta digitale e questo significa che a garantire su questa criptovaluta non c’è nè una Banca Centrale nè uno Stato. Solo questo dovrebbe farti capire subito che devi starne alla larga.

Cosa sono i bitcoin

Comunque, visto che ormai i bitcoin sembrano essere la moda del momento e tutti ti spingono ad investire su questa valuta digitale, voglio spiegarti perchè invece non dovresti fidarti e perchè penso che possa essere una delle più grandi bolle della storia.

Come funzionano i bitcoin

I bitcoin sarebbero stati inventati da un certo Satoshi Nakamoto, che pare sia uno pseudonimo del reale inventore che rimane segreto oppure lo psudonimo utilizzato da un gruppo non specificato di persone. Chiunque esso sia, pare abbia fissato la somma massima di bitcoin generabili attraverso le cosidette miniere digitali (computer adibiti a fare calcoli solo per generare bitcoin, il cosidetto Mining) in 21 milioni di unità, terminati i quali sarebbe terminata la produzione mondiale di Bitcoin. Un pò come l’oro, che attualmente risulta estratto per i suoi 3/4 e l’estrazione futura di oro come di bitcoin sarà sempre più difficile e costosa per chi si imbatte nell’impresa di una miniera sia essa tradizionale o digitale.

Il bitcoin viene utilizzato spesso per traffici illeciti

Molti sostengono che il successo di bitcoin sia grazie al deep web ovvero all’utilizzo della criptomonete per scambi illeciti che non lasciano tracce.

Spesso il bitcoin viene hackerato o si perde

Succede di frequente che un bitcoin wallet venga hackerato o che i bitcoin depositati in vecchi hard disk vengano dimenticati o che gli stessi hard disk si rovinino e non siano più utilizzabili.

Il bitcoin è troppo volatile

Il prezzo dei bitcoin sale alle stelle e poi crolla con la stessa velocità, senza un apparente motivo e apparentemente senza una logica.

Il cosidetto ‘mining’ consuma molta elettricità

Per generare un bitcoin occorrono computer sempre più potenti e quantità di energia elettrica sempre maggiore, e questo inizia ad essere un problema sia per la California, sia per la Russia e la Cina, dove si trovano le maggiori miniere di bitcoin.

Molti pensano che sia una frode

Quando il giornalista Todd Haselton di Cnbc ha acquistato Bitcoin per la prima volta tramite l’app Coinbase, la sua banca ha pensato che fosse una frode e ha congelato il suo account immediatamente.

Il bitcoin e’ come un gioco d’azzardo

Il titolo azionario di una società qualsiasi o di una valuta può salire e scendere in base a quello che succede nel mondo, in quella nazione specifica o all’interno della società stessa: cambia il CEO, arriva la guerra, c’è uno scandalo al governo, la società sta fallendo, etc.

I bitcoin invece scendono e salgono senza una logica, con dei picchi in salita o in discesa basati solo sullo slancio di vendita o di acquisti. Molte persone lo comprano sono perchè sono convinte di arricchirsi velocemente e questo a lungo termine è proprio il procedimento che genera una bolla finanziaria.

Blockchain: cos’è, come funziona

Tutti i più importanti organi di stampa finanziari parlano della Blockchain come della prossima grande rivoluzione in grado di riscrivere il futuro del business mondiale, paragonandola a quello che fu il cambiamento della società quando arrivò internet.

La Blockchain altro non è che il motore che fa funzionare non solo i bitcoin ma tutte le cripto valute. Le monete elettroniche vengono infatti contabilizzate su un database a blocchi criptato estremamente complesso che è appunto la Blockchain, che detto in altri termini è il libro contabile delle monete eletttroniche, un registro gestito da un sistema di unità indipendenti tra di loro.

Proviamo a spiegare meglio: all’interno della Blockchain sono registrate tutte quante le transazioni avvenute tra monete elettroniche. Secondo gli esperti di finanza che spingono le cripto valute i vantaggi che offre la Blockchain sono l’eliminazione degli intermediari tra due soggetti che comprano e vendono moneta elettronica e anche l’impossibilità di cancellare un’operazione registrata sulla Blockchain senza il consenso dei nodi che compongono la rete.

Alternative ai bitcoin

La sensazione generale di molti è che il bitcoin sia appunto un primo test di moneta digitale che sarà soppiantato da altre monete di questo tipo. E’ come quando si apre un nuovo mercato: facciamo l’esempio pratico dell’automobile per capire. Un tempo c’erano centinaia di produttori di auto in tutto il mondo, quando il mercato diventa maturo (leggi saturo) e gli utili si assottigliano sempre di più rimangono solo i piùcompetitor grandi e più forti che si fondono tra di loro: è la logica del turbo capitalismo che stiamo vivendo in questi anni. Dobbiamo considerare infatti i bitcoin come l’apripista di quello che sarà il mercato speculativo prossimo venturo perchè nel futuro avremo una serie di cripto monete con cui avere a che fare.

Già adesso i bitcoin non sono l’unica moneta virtuale esistente al mondo, e già ora si parla dei bitcoin come una moneta sorpassata in termini di sicurezza e stabilità da altre come ad esempio Ethereum (ETH), Litecoin (LTC), Zcash (ZEC), Dash, Ripple (XRP) e Monero (XMR). Vediamo nel dettaglio le due più utilizzate, che sono Ethereum e Litecoin.

Ethereum (ETH)

Rispetto al bitcoin e ad altre monete virtuali, Ethereum non è solo un network di scambio tra utenti ma una rete che fa girare dei contratti digitali in maniera sicura. Questi contratti sono basati sull’unità di Ethereum che si chiama Ether, e possono essere utilizzati per tutta una serie di operazioni tra cui il crowdfunding, la registrazione di domini web, i sistemi di votazioni elettorali digitali che presto soppianteranno quelli attuali, la gestione di mercati finanziari ed altro ancora.

Per chi volesse approfondire l’argomento, dal 2014 esiste Ethereum Italia, una community nella nostra lingua con meetup e informazioni dettagliate per capire meglio questa valuta digitale alternativa al bitcoin.

Litecoin (LTC)

Litecoin è una valuta digitale peer-to-peer (P2P), che consente di fare delle transazioni a favore di un destinatario online a costi molto bassi. Rispetto al bitcoin sembrerebbe essere più stabile ed avere una maggiore conferma delle transazioni e questo significa meno errori e una migliore conservazione dei dati. Attualmente viene considerata una valuta complementare al bitcoin ma potrebbe rimpiazzarlo. La cosa interessante è che Litecoin è già implementata in italiano sia nel sito che nella App.

Investire sui bitcoin?

Nel dubbio, invece si ascoltare le sirene di quanti invogliano ad investire per fare guadagni esagerati, quello che consiglio è un’estrema cautela nell’utilizzare le cripto valute e nell’investire in bitcoin o nelle altre alternative presenti sul mercato delle monete digitali, nell’attesa che la nebbia che le avvolge si diradi e si riesca a capire meglio i pregi e i difetti di questi strumenti finanziari.

La bolla delle criptovalute

Ogni giorno che passa nasce una nuova criptovaluta: anche la Kodak ne ha creata una. Per forza, l’algoritmo e’ sempre lo stesso. La domanda da porsi semmai e’ chi cambia i bitcoin in euro o dollari? Gli Exchange, e nessuno ha capito bene chi ci sia dietro e se gli exchange possano garantire per tutti i bitcoin (o criptovalute) in circolo.

Se tutti i risparmiatori che hanno bitcoin volessero cambiarli repentinamente, forse si vedrebbe che dietro gli Exchange o meglio dentro non c’e’ un soldo. I bitcoin sono solo un grande schema ponzi?